C  

 

Home   Chi siamo   Bacheca   Notizie   Storia   Archivio storico   Incontri Domenicali  Esperienze Educative  Libri  Progetti Condivisi  Echi di Stampa   Link

Approfondimenti

 

Attualità

 

Attività e Documenti

UN SORRISO VI SALVERA'
Un giorno le armi saranno vinte da un sorriso

Grazie ( Luciana) __________________

CHI SIAMO OGGI
Riflessione sull'oggi della nostra esperienza
__________________

Religioni e Scuola

Come accompagnare i nostri figli alla scoperta del senso della vita .

__________________

OLTRE LE RELIGIONI
Spunti per il prossimo seminario CdB.

__________________

ALLUVIONE 50 ANNI
Ripercorrere un'esperienza vissuta sul territorio dalla gente comune.

__________________

 

___________________________________________________

   
 


COMUNITA’ DELL’ISOLOTTO - FIRENZE
via degli Aceri 1
Tel 055-704911
Email info@comunitaisolotto.org

Firenze Domenica 7 OTTOBRE 2018

A PROPOSITO di PEDOFILIA NELLA CHIESA
Il Nostro Contributo ad una Riflessione



  Abbiamo letto attentamente il testo della “Lettera al popolo di Dio” di papa Francesco e ci siamo sentiti interpellati come cristiani, come donne ed uomini impegnati per la giustizia e la fraternità, come comunità impegnata da oltre cinquanta anni a cercare di recuperare e salvare il messaggio del vangelo di Gesù e di restituirlo al popolo con la sua carica di liberazione,riscatto, amore.
  Non intendiamo offrire il fianco a giudizi, valutazioni e diatribe interne ad un apparato istituzionale in cui non ci riconosciamo, che non ci appartiene e dal quale siamo stati espulsi ormai da molto tempo. Desideriamo invece assumerci la responsabilità di dare un nostro contributo in quanto ci sentiamo chiamati in causa da quella invocazione pressante che emerge nella lettera del papa
  .....È impossibile immaginare una conversione dell’agire ecclesiale senza la partecipazione attiva di tutte le componenti del popolo di Dio. Di più: ogni volta che abbiamo cercato di soppiantare, mettere a tacere, ignorare, ridurre a piccole élites il popolo di Dio abbiamo costruito comunità, programmi, scelte teologiche, spiritualità e strutture senza radici, senza memoria, senza volto, senza corpo, in definitiva senza vita.
  .... Dire no all’abuso significa dire con forza no a qualsiasi forma di clericalismo.
  .. È sempre bene ricordare che il Signore, nella storia della salvezza, ha salvato un popolo. Non esiste piena identità senza appartenenza a un popolo. Perciò nessuno si salva da solo, come individuo isolato, ma Dio ci attrae tenendo conto della complessa trama di relazioni interpersonali che si stabiliscono nella comunità umana: Dio ha voluto entrare in una dinamica popolare, nella dinamica di un popolo".



Leggi tutto..

___________________________________________________

 


Fascicolo

___________________________________________________


ADISTA 1967-2017
50 ANNI ALLA SINISTRA DEL PADRE.

Roma Meeting Center 9 e 10 dicembre 2017 -
Adista compie 50 anni e invita tutti a partecipare ad un incontro assemble per riflettere sul passato e trovare energie per proseguire il cammino.

Programma e info: su http://www.adista.it/articolo/57755

___________________________________________________

___________________________________________________

COMUNITA' DELL'ISOLOTTO
Domenica 5 Novembre 2017

“Quest’uomo dolce” ovvero la “prossimità” di Bruno Borghi,
primo prete operaio italiano:
ricordo di Bruno attraverso la biografia ricostruita da Antonio Schina

Paola, Franca e Mario con Antonio Schina e Mario Lancisi

 


Comunità dell'Isolotto
Firenze 23 agosto 2018
Al sindaco di Riace Mimmo Lucano
e
alla comunità di Riace
che in questo momento è sotto grave attacco



   Desideriamo esprimere a te e a tutta la tua comunità la nostra vicinanza, pronti a condividere con tutti/e voi scelte ideali e collaborazioni concrete che ritenete utili e opportune.

   Abbiamo vissuto e viviamo la comunità come uno spazio di libertà, un posto di confine dove le diversità si incontrano e si intrecciano senza confondersi, dove l'insieme dei diversi può guardare verso orizzonti nuovi e inesplorati, dove si sfuocano le cornici culturali e sociali, le bandiere e le rappresentanze, e tutte le "sacralità sacerdotali".

   Nel progressivo spogliarsi delle maschere, nel riconoscersi diversi, nell'accettarsi per mettere in comune le diversità, in un cammino di arricchimento reciproco e di liberazione, è il senso del percorso compiuto durante questi oltre cinquant'anni della nostra esperienza di comunità dell'Isolotto e ancora oggi siamo impegnati nella costruzione di una società/comunità di cui Riace è un modello.

   E' l'accoglienza che viene dal basso, dalle strade e dalle piazze, cioè dai luoghi di vita, dove si sviluppa il protagonismo popolare e sociale, dove si dipana il tessuto civile di associazionismo solidale, dove nascono sempre di nuovo pratiche di aggregazione, di partecipazione e di democrazia diretta, la strada che condividiamo con tutte/i gli operatori di comunità solidali.

   Desideriamo unire la nostra voce di protesta contro istituzioni e persone che ostacolano ed operano contro il " Progetto Riace" e la vostra comunità.

Vi salutiamo con affetto e restiamo a vostra disposizione

Per la Comunità dell'Isolotto

Luisella Salimbeni - Giuseppe Bettenzoli - Paola Ricciardi - Maurizio Dolfi - Luciana Angeloni

___________________________________________________


Insieme contro il razzismo - manifestazione pubblica a Firenze comunicato di adesione



 La comunità dell'Isolotto aderisce e partecipa alla manifestazione " Insieme contro il razzismo" del 27 giugno prossimo convinta che nella società esistono le risorse umane per affrontare costruttivamente le emergenze dovute alle grandi trasformazioni della nostra epoca fra cui il crescente divario fra ricchezza e povertà, l'immigrazione e la convivenza fra culture diverse.
  Chi cerca uno sbocco positivo e non si limita a covare o a gridare le proprie paure scaricandole irresponsabilmente su capri espiatori di turno,spesso non riesce a rendersi visibile e a far valere conoscenze e impegno di un operare costruttivo.
  La nostra comunità e il Q4 di Firenze, alle prese con il campo ROM del Poderaccio, ha dato negli anni un contributo notevole con la progettazione e realizzazione di esperienze positive di integrazione nel rispetto dei diritti e delle identità ed ha dimostrato che è di lì che si passa anche per dare sicurezza ai cittadini.
  Una di queste esperienze è stata la realizzazione del laboratorio Kimeta, una realtà di lavoro ed integrazione di "donne per le donne" perfettamente riuscita. Iniziata nel 1995 e portata avanti per oltre quindici anni, nel 2012, venuto meno ogni sostegno da parte delle istituzioni pubbliche, è stata annullata per "motivi economici" di non completa autosufficienza: meglio pagare chi ci difende con la forza ?
 Manifestiamo insieme a tutti e tutte coloro che vogliono affermare con convinzione la loro opposizione alla crescita di una cultura aggressiva e violenta, consapevoli però che il cammino dell'umanità verso la tolleranza, l'accoglienza reciproca, la solidarietà, l'amore gratuito e generoso è lungo e difficile.
  Uniamo le nostre mani per darci reciprocamente la forza di assumere le nostre responsabilità senza ricorrere a facili deleghe ma anche senza lasciarci strumentalizzare dai potenti di turno.
 La nostra gratitudine va a tutte quelle donne e quegli uomini che osano rompere schemi precostituiti per mettersi in discussione ed arricchire così di nuovi e creativi contributi il cammino di tutti noi verso una sempre maggiore consapevolezza e liberazione.
 Favorire la comunicazione delle esperienze positive e la crescita delle coscienze può essere uno dei modi per affrontare i problemi che emergono, ma questo cammino ha bisogno di continuità e di tempi lunghi, si tratta di assicurare diritti di cittadinanza, con l'assunzione dei rispettivi doveri e di accogliere nel tessuto vitale della società i diversi e gli esclusi di ogni tipo, non per dovere di ospitalità ma come orizzonte progettuale, come pietra fondamentale di una città sicura e accogliente.

La Comunità dell'Isolotto riunita in assemblea

Firenze, domenica 24 giugno 2018

___________________________________________________

 

Abbiamo pensato di ricordare oggi Bruno Borghi con l’aiuto di Antonio Schina che è l’autore della sua prima biografia pubblicata questa estate:

Bruno Borghi. Il prete operaio ,
(Centro di Documentazione di Pistoia, 2017, pp. 1-126,
collana "I quaderni dell’Italia ANTIMODERATA, n. 7").

Un testo che finalmente rende giustizia e fa meglio comprendere anche a chi non ha conosciuto direttamente Bruno la complessità/ricchezza della sua esistenza al servizio degli umili, dei poveri, dei sofferenti.
Con lui ci aiuterà a ricordare Bruno anche Mario Lancisi che a nostro avviso ha scritto cose molto importanti su Don Milani e che è uno fra i più attenti osservatori del contesto sociale e politico fiorentino entro il quale ha operato così intensamente Bruno, e nel quale si colloca anche la nostra esperienza.

Leggi tutto..

___________________________________________________

 

Assemblea comunitaria domenica 8 ottobre
Gruppo Noemi, Mauro, Danilo Giuseppe
Affronteranno il seguente argomento:

Il cristiano tra fede e religione
alla ricerca della propria essenza di Figlio di Dio
secondo il modello Gesù.

Riflessioni sulle tesi di John Shelby Spong nel libro "Oltre le religioni"
in preparazione del Seminario delle CdB a Rimini l’8-10 dicembre 2017.

Leggi tutto..

___________________________________________________




Programma-Mappe       Articolo su "La Nazione"       Sito Virgilio Sieni

___________________________________________________

COMUNITA' DELL'ISOLOTTO

IL NOSTRO RICORDO DI GIOVANNI

 

Sabato 15 luglio 2017

Giovedì ci ha lasciato il nostro amico e "compagno di strada" Giovanni Franzoni

Giovanni ci ha lasciato. Ancora una volta è andata via una persona carissima del nostro grande cerchio che costituisce le Comunità Cristiane di Base italiane e, ancora una volta, dobbiamo affrontare l'elaborazione dell'assenza.
Possiamo pensare che Giovanni, così come quegli uomini e donne che a partire dalla ricca stagione degli anni sessanta hanno colto i "segni dei tempi", hanno sentito e sospinto "il vento dello Spirito" fino ad arrivare al Concilio Vaticano II, siano stati "pezzi unici e irripetibili". Forse è così; ma non sarebbero contenti di questo pensiero; hanno vissuto perché nessuno fosse mai trattato, o si sentisse, pecora o suddito, perché ognuno avesse voce nella Chiesa e nel mondo - una voce consapevole e libera - perché le comunità diventassero protagoniste, capaci di leggere e vivere il Vangelo con coraggio e libertà.
Così in occasione della morte di Giovanni, come di altre carissime e significative persone con le quali abbiamo camminato a lungo, pur nel dolore, dobbiamo essere consapevoli che la sua, la loro assenza, continuerà a riempire le nostre vite, che i loro pensieri e il loro esempio continueranno ad abitare i nostri cammini e le nostre scelte. La morte in questo senso non finisce nulla, ma apre un tempo nuovo per noi tutti. Siamo chiamati a non aver paura. Non è forse questa la resurrezione? E siamo certi che i tanti semi sparsi da Giovanni continueranno a fecondare l'anima profonda di ogni umanità in ricerca.


15 Luglio 2017 - Comunità cristiana di base di S.Paolo-Roma
Assemblea eucaristica in ricordo di GIOVANNI FRANZONI


 

_____________________________


Comunita' dell'isolotto - Assemblea Comunitaria di Domenica 18 Giugno 2017
presso le Baracche in via degli Aceri 1 alle ore 10,30


Guardiamo ai gesti che compie Papa Francesco con attenzione; spesso ne apprezziamo il coraggio, la coerenza,la capacità di osare,di sottrarsi,quando può,ai vincoli stretti delle istituzioni di potere.
La scelta di Papa Francesco di recarsi nei luoghi dell'esilio di don Mazzolari e di Don Milani non ci lascia indifferenti....

Leggi tutto



     

_____________________________

COMUNITA' DELL'ISOLOTTO
Firenze, 1 novembre 2015
Lettera al Papa in occasione del V° Convegno Ecclesiale Nazionale
dedicato ad un “nuovo umanesimo”
che si svolgerà a Firenze il 10 Novembre 2015.

 

Centro Educativo Popolare
Gestione Spazi Comunitari
__________________

Biblioteca
__________________

Archivio Storico
__________________

con il Progetto Ubuntu
__________________

con il Fondo Essere
__________________

Vicini alla Valle del Marro
__________________

con Assopace Palestina __________________

L'impegno sul carcere
__________________

SconfinataMente Yoga
Yoga e solidarietà
__________________



 
       
   

Indirizzo postale:   Comunita' dell'Isolotto Via Aceri 1 -
50142 Firenze

  telefono+fax   055711362 - 

info@comunitaisolotto.org

centroeducativopopolare@comunitaisolotto.org

archivio@comunitaisolotto.org

   
   

Destinazione del 5 per mille